Leggi tutte le news
Il sole di Misano splende sul Trofeo Italiano Amatori
06/07/2013
Grande equilibrio nelle qualificazioni del terzo round

Il sole di Misano splende sul Trofeo Italiano Amatori

Pole position a Pilisi, Moncigoli, Piovesana, Sereni e Leoni

 

Una giornata di splendido sole estivo ha fatto da cornice alle qualificazioni del 3° round del Trofeo Italiano Amatori 2013 che si disputa al Misano World Circuit “Marco Simoncelli”.

Condizioni dunque ideali, grazie anche alla costante ventilazione che ha mitigato la temperatura, che hanno consentito ai quasi 180 piloti di dare il meglio di se stessi.

 

Due i dati che emergono dall’esame dei tempi. Il primo riguarda l’equilibrio che regna nelle cinque classi con una punta di assoluta eccellenza, nella 1000 Pro, con 36 piloti racchiusi in soli 4 secondi e mezzo e i primi 13 concentrati in meno di un secondo e mezzo; la formula riservata ai non-professionisti, con i tempi di sbarramento, conferma dunque la sua validità, assicurando gruppi omogenei che sono garanzia di divertimento per i piloti e di spettacolarità.

Il secondo testimonia la crescita complessiva del settore amatori: i tempi delle pole position, in tutte le categorie, fanno registrare un progresso sia rispetto alla stessa gara del 2012 sia al primo round di quest’anno, con miglioramenti anche sensibili e non limitati ai primi della classe.

 

Merito anche della monogomma Metzeler Racetec Interact che, sull’asfalto asciutto e caldo di Misano, si è esaltata, entusiasmando i piloti per le sue prestazioni e consentendo ad alcuni di loro di compiere spettacolari funambolismi, in condizioni di assoluto controllo, grazie alla sensazione di sicurezza trasmessa.

 

Seconda pole position consecutiva, nella 1000 Base, per Denis Pilisi (Honda)

; il giovane comasco, secondo in classifica generale dietro Fabrizio Fiorucci (Ducati), è sceso di appena un millesimo sotto il “muro” dell’1’45”. Alle sue spalle proprio Fiorucci, vincitore ad Imola, e la wild card Federico Carraro (BMW).

 

Nella 600 Avanzata terza pole position consecutiva per Alessandro Moncigoli (Yamaha)

al quale è bastata il primo turno per stampare l’1’45”2 che gli vale la migliore posizione di partenza. Il trentenne reggiano, già vittorioso a Misano, ad Aprile, proverà a replicare anche per riscattare lo “zero” di Imola, dovuto ad una scivolata al primo giro. In prima fila scatteranno un altro reggiano, Giuseppe Vernetti (Kawasaki), distanziato di appena 158 millesimi, e il senese Francesco Varanese (Honda). Nono tempo per il leader Benedetto Noberasco alle prese con il rodaggio del nuovo motore della sua Ducati 848.

 

Nella 1000 Avanzata la sorpresa Patrick Piovesana (Honda)

ha interrotto la serie positiva di Mario Guarracino (Honda), finora dominatore del campionato, e autore di due pole position consecutive.

L’abruzzese ha in realtà vissuto infatti un week end molto tribolato a causa prima di una forma virale, che gli ha impedito di scendere in pista nel primo turno di qualifiche, e poi per una scivolata nella quale ha riportato la sospetta frattura di una clavicola. Ciò nonostante Guarracino ha fatto segnare il terzo tempo assoluto ma la sua presenza è in forte dubbio.

Trentasette anni, friulano di Pordenone, con trascorsi nel ciclismo dilettantistico, Piovesana si era già affacciato nel gruppo dei migliori ad Imola, classificandosi al quinto posto. Distanziato di appena 116 millesimi il ticinese Marco Fumarola (Ducati), altro habitué dei quartieri alti della classifica.

 

La classifica generale finora parla chiaro, sono tre i protagonisti della classe 600 Pro, l’umbro Paride Sereni

, il veronese Andy Rossi e il romano Giuseppe Cannizzaro, tutti su Yamaha, concentrati in soli 10 punti, ovvero quelli che Sereni vanta sulla coppia di avversari. E le qualificazioni di Misano hanno perfettamente confermato questa scala di valori. Dunque il ventiseienne Sereni, già poleman e vincitore del primo round 2013 a Misano, scatterà dalla pole position sapendo di essere l’unico pilota sceso sotto l’1’44”, mentre Rossi e Cannizzaro completeranno la prima fila. In seconda fila, insieme a Valla (Yamaha) e Spaggiari (Kawasaki), il giovane ligure Federico Napoli (Kawasaki), vincitore a sorpresa sull’asfalto bagnato di Imola e confermatosi ad altissimo livello anche sotto il sole di Misano.

 

Grande spettacolo nella 1000 Pro, altra classe per la quale si è rivelato decisivo il primo turno. Ancora un reggiano, Fabrizio Leoni (Honda)

, in pole position con 1’42”4; è la prima volta nella stagione che Leoni stabilisce il miglior tempo e, per una sorta di “asso pigliatutto” a Misano come il leader provvisorio del campionato, si tratta di una seria ipoteca sul risultato finale. In prima fila anche il marchigiano Alberto Arghittu (Ducati) ed il veneto Marco Sorgato (BMW) che insegue Leoni nella generale con appena 10 punti di distacco. In evidente difficoltà il dominatore di Imola, Yuri Vacondio, reggiano anche lui, che per problemi di assetto alla sua Honda, partirà con il tredicesimo tempo, ultimo dei piloti scesi sotto l’1’44”.

 

Il programma delle gare di domenica 7 luglio prevede, per il Trofeo Italiano Amatori, le partenze rispettivamente alle 9.40 (1000 Base), 10.20 (600 Avanzata), 16.40 (1000 Avanzata), 17.20 (600 Pro) e 18.00 (1000 Pro).

 
6 luglio 2013
 
Rif.:     Diego Mancuso, 347 7593717

           Celso Pallassini, 328 8326609